• - Tutte le Ricette,  Pani e Lievitati

    Flower Bread

    Quando il tempo non è dei migliori, come questa mattina, mi viene voglia di fare il pane in casa: metto sulla spianatoia farina, lievito e tutti gli ingredienti che mi servono, poi impasto dopo impasto, comincio a infornare pane, focacce, grissini, ma anche brioche dolci. Dopo diverse ore di lavoro, quando tutto è cotto a puntino, decido cosa congelare… faccio proprio come le formichine, così ho sempre una riserva pronta per i tempi “di magra” in cui non ho voglia di fare granchè! Oggi però mi è venuta un’idea diversa, data la stagione primaverile ho deciso di preparare dei pani farciti a forma di fiore, dolci e salati: i Flower…

  • - Tutte le Ricette,  Antipasti e aperitivi,  Pani e Lievitati

    Crescentine

    A Bologna e in tutta l’Emilia, nelle trattorie, osterie, agriturismi e recentemente anche in ristoranti stellati, si possono gustare le crescentine fritte. Accompagnate da succulenti salumi locali, dalla giardiniera di verdure sott’olio da formaggi morbidi, primo fra tutti lo squaquerone, rappresentano uno dei piatti popolari più richiesti della tradizione emiliana. Attenzione, crescentine sono chiamate solo a Bologna e zone limitrofe, ma se ci si sposta di pochi chilometri verso Ferrara sono dette “pinzini”, nel modenese “gnocco fritto”, a Parma “chissolini”, mentre verso Piacenza “torta fritta”. Quanta fantasia abbiamo!… ma il prodotto più o meno è sempre lo stesso. L’abbinamento a una buona bottiglia di lambrusco è altamente consigliato ! Ingredienti:…

  • - Tutte le Ricette,  Antipasti e aperitivi,  Pani e Lievitati

    Tigelle

    La regina delle specialità rustiche modenesi e delle zone collinari del bolognese è la “tigella“, una pasta da pane cotta in un particolare stampo di ghisa chiamato “tigelliera“, le cui formine sono incise con figure stilizzate che si imprimono in cottura sulla superficie delle tigelle. La mia ha parecchi anni e ne ha cotte tante! Se qualcuno è interessato ho visto che si trova in vendita anche su Amazon : tigelliera marca “Due Torri” (ci sono anche altri modelli). Non c’è trattoria nel modenese, ma anche a Bologna e Reggio Emilia che non le proponga perché sono un alimento conviviale per eccellenza. Si possono farcire con salumi, formaggi freschi, con…

  • - Tutte le Ricette,  Antipasti e aperitivi,  Pani e Lievitati

    Pasta Jolly di Ilio Berselli

    Il maestro Ilio Berselli è un pastry chef modenese con anni di esperienza sia come panificatore che come pasticcere. Attualmente è docente in varie scuole di cucina. La sua pasta jolly, chiamata così perché è utilizzabile in tantissime preparazioni salate o dolci, è veramente eccezionale: da quando l’ho provata la prima volta non l’ho più abbandonata. Per utilizzare questa pasta vi faccio conoscere i quadrelli di mortadella oppure, come varianti, i quadrelli di salame e formaggio e di olive. Sono salatini irresistibili: si possono preparare in anticipo, poi vanno messi in congelatore già cotti. Al momento dell’utilizzo si passano nel forno già caldo per pochi minuti, così riprendono tutta la…

  • - Tutte le Ricette,  Pani e Lievitati

    Castagnole alle nocciole

    Le castagnole sono tra i dolci fritti più preparati a carnevale, queste si differenziano dalle tradizionali per la presenza nell’impasto delle nocciole tostate. Oggi le ho fatte in due versioni: una volta fritte, metà le ho spolverate di zucchero vanigliato, l’altra metà l’ho passata prima nell’alchermes e poi nello zucchero di canna. Per completare ho decorato con una goccia di ganache al cioccolato fondente, ma sono squisite anche farcite di crema. 0

  • - Tutte le Ricette,  Pani e Lievitati

    Pane alle Castagne e Noci

    Ingredienti: 600g di farina 0 300ml di acqua 100g di castagne tritate 1/2 cucchiaino di sale 2 cucchiai di olio extra vergine 1 bustina di lievito di birra secco una decina di noci a pezzetti Preparazione: Ho lessato delle castagne secche, poi le ho lasciate raffreddare e quindi frullate: in questo modo ho ricavato uno sfarinato di castagne. Nella ciotola della planetaria ho messo prima la farina, il lievito secco e le castagne, ho cominciato a impastare aggiungendo l’acqua tiepida poco per volta. Per ultimo il sale, l’olio e le noci. Ho fatto riposare l’impasto nel contenitore, coperto da pellicola, per 2 ore. Ho formato due pani e messi nella…

  • - Tutte le Ricette,  Pani e Lievitati

    Streghe

    Le streghe, come scrivono le sorelle Simili, derivano da un antica usanza dei fornai di giudicare se, tolta la brace, il forno fosse pronto per la cottura. Preparavano una sottile sfoglia di pasta di pane e, dopo averla unta di olio e cosparsa di sale grosso, la infornavano. Da come questa reagiva, decidevano se il forno avesse raggiunto la temperatura adatta per cuocere il pane. Siccome questa sfoglia di pasta spesso si bruciava la chiamavano “strega”, “stria” in dialetto. 0