• - I Grandi della Cucina

    Gualtiero Marchesi – Il Grande Innovatore

    Oggi ho deciso di buttarmi… e senza paracadute!! Parlare di Gualtiero Marchesi per me è esattamente questo… perchè vuol dire parlare di un guru, del primo e del più grande innovatore della cucina italiana. Il primo con il culto della semplicità e della sottrazione, il primo a trasferire l’arte moderna nel piatto. “Dopo di lui, niente è stato più come prima” 0

  • - I Grandi della Cucina

    Brillat-Savarin, il primo Gastronomo

    Anni fa credevo che “savarin” fosse il nome di uno stampo che a casa mia serviva per preparare un piatto squisito, a base di riso con polpettine e funghi: il “Savarin di riso“, oppure usato per un dolce: il “Babà Savarin“. Non mi ero mai chiesta da dove provenisse quel nome francese! Poi mi ritrovai … Leggi tutto Brillat-Savarin, il primo gastronomo

  • - I Grandi della Cucina

    Pellegrino Artusi

    Parlando di grandi della cucina è impossibile non citare Pellegrino Artusi, autore di un libro che è ancora oggi il più famoso della cucina italiana, conosciuto da tutti non con il suo titolo originale, ma con il nome di chi l’ha scritto: “L’Artusi“… privilegio riservato a pochi testi! La vita Pellegrino nasce a Forlimpopoli nell’agosto del 1820. Il padre Agostino è proprietario di una bottega sulla piazza principale del paese: “un guazzabuglio di ogni cosa” come lo definisce Artusi, ma che rende molto bene, perché è l’unico riferimento per tutti gli abitanti dentro le mura e anche per quelli dei paesi vicini. La bottega è gestita dalla moglie, mentre Agostino…

  • - I Grandi della Cucina

    Nino Bergese, il Cuoco dei Re, il Re dei Cuochi

    Giacomo Bergese, detto “Nino”, nasce a Saluzzo (CN) nel 1904, proviene da una famiglia numerosa, così inizia a lavorare a soli 13 anni quando entra nella casa del conte Bonvicino in qualità di garzone/giardiniere. Capisce subito, però, che la sua passione non sono le rose, il colpo di fulmine per la cucina gli venne quando vide preparare una salsa dal gran cuoco di casa, Giovanni Bastone (futuro cuoco della famiglia Agnelli). “Una salsa così soffice e bella, dal colore così delicato che subito mi venne voglia di imparare a rifarla” racconta Bergese in un’intervista rilasciata alla rivista Cucina Italiana nel maggio del 1966. Trascorrerà qualche anno a strigliare e lavare pentole e…