• - Tutte le Ricette

    Paella

    Piatto che, per eccellenza, rappresenta la Spagna, anche nei colori della sua bandiera: il giallo del riso allo zafferano e il rosso del pomodoro e del peperone. La paella è solare, ricorda l’estate, mediterranea negli ingredienti che la compongono e molto colorata. Mette allegria quando è mangiata in compagnia di amici e ci si serve tutti insieme dalla grande paelliera! L’ho preparata varie volte sia “alla valenciana” con carne e pesce, sia la “paella de mariscos” con solo pesce, versione che preferisco. Comporta una lavorazione piuttosto lunga, anche se non difficile, quindi val la pena servirla in occasioni di convivialità o in feste con parecchi invitati. 1+

  • - Tutte le Ricette,  Antipasti e aperitivi,  Pani e Lievitati

    Crescentine

    A Bologna e in tutta l’Emilia, nelle trattorie, osterie, agriturismi e recentemente anche in ristoranti stellati, si possono gustare le crescentine fritte. Accompagnate da succulenti salumi locali, dalla giardiniera di verdure sott’olio da formaggi morbidi, primo fra tutti lo squaquerone, rappresentano uno dei piatti popolari più richiesti della tradizione emiliana. Attenzione, crescentine sono chiamate solo a Bologna e zone limitrofe, ma se ci si sposta di pochi chilometri verso Ferrara sono dette “pinzini”, nel modenese “gnocco fritto”, a Parma “chissolini”, mentre verso Piacenza “torta fritta”. Quanta fantasia abbiamo!… ma il prodotto più o meno è sempre lo stesso. L’abbinamento a una buona bottiglia di lambrusco è altamente consigliato ! Ingredienti:…

  • - Tutte le Ricette,  Antipasti e aperitivi,  Pani e Lievitati

    Tigelle

    La regina delle specialità rustiche modenesi e delle zone collinari del bolognese è la “tigella“, una pasta da pane cotta in un particolare stampo di ghisa chiamato “tigelliera“, le cui formine sono incise con figure stilizzate che si imprimono in cottura sulla superficie delle tigelle. La mia ha parecchi anni e ne ha cotte tante! Se qualcuno è interessato ho visto che si trova in vendita anche su Amazon : tigelliera marca “Due Torri” (ci sono anche altri modelli). Non c’è trattoria nel modenese, ma anche a Bologna e Reggio Emilia che non le proponga perché sono un alimento conviviale per eccellenza. Si possono farcire con salumi, formaggi freschi, con…

  • - Tutte le Ricette,  Primi Piatti

    Crespelle ai carciofi

    Le crespelle gratinate sono un primo piatto semplice da fare e anche molto versatile nella farcitura: in primavera molto buone con carciofi o asparagi, in autunno con funghi o radicchio. Il procedimento è sempre lo stesso, cambiano solo i vegetali all’interno. Inoltre come sempre ci si può organizzare per gradi. Preparare le crespelle in anticipo, conservarle in frigo o in congelatore coperte da pellicola, poi sucessivamente farcirle e gratinarle al forno. 0

  • - Tutte le Ricette,  Crostate e Torte da Forno

    Babà Savarin al rum

    Storia del babà (dalla Polonia a Napoli passando per Parigi) Il suono della parola “babà” è ricco di musicalità, a Napoli il termine “si ‘nu babbà” vuol dire sei un tesoro, indica qualcuno dal carattere dolce e disponibile, ma si usa anche per ringraziare di un regalo o di un’attenzione. Insomma, babà ha un significato estremamente positivo per i napoletani. E’ infatti un dolce di grande equilibrio di sapori, che richiede estrema pazienza nell’esecuzione e, come vedremo tra poco, di origini regali. La storia di questo dolce avviene per gradi: la nascita del babà si deve infatti al re polacco Stanislao Lesczcynski, suocero di Luigi XV, che, a cavallo tra…

  • - Tutte le Ricette,  Carni

    Tonno di coniglio

    E’ una ricetta tipica piemontese, le sue origini sono del Monferrato. Ha una preparazione molto simile a quella del tonno sott’olio, sicuramente da questo motivo deriva il suo nome alquanto curioso. Una volta lessato e disossato il coniglio, proprio come il tonno, si può conservare ricoperto di olio e aromi in vasi di vetro. Se si vuole fare un vero tradizionale tonno di coniglio, bisognerebbe partire da una materia prima eccellente come il coniglio grigio di Carmagnola, che ha ossa molto fini, carne soda, saporita, e non stoppacciosa, come spesso accade per i conigli di allevamento,ma purtroppo è impossibile da reperire al di fuori del territorio piemontese, quindi “ci accontentiamo”…